Nell’era digitale in cui viviamo, la comunicazione via email è diventata un aspetto fondamentale delle nostre vite quotidiane, sia a livello personale che professionale. Una delle evoluzioni più significative di questo mezzo è stata l’introduzione della Posta Elettronica Certificata (PEC). Ma cosa è esattamente la PEC e da dove ha avuto origine?

Origini della PEC

La PEC è nata in Italia nel 2005 con l’intento di fornire uno strumento sicuro e legalmente valido per lo scambio di documenti e comunicazioni via email. L’iniziativa ha avuto origine con il decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2005, noto come “Codice dell’Amministrazione Digitale” (CAD), il quale ha istituito la PEC come strumento per garantire la validità legale delle comunicazioni elettroniche.

Cos’è la PEC e a cosa serve?

La Posta Elettronica Certificata è un servizio di posta elettronica avanzata che garantisce l’autenticità, l’integrità, la riservatezza e la data certa delle comunicazioni trasmesse attraverso di essa. Ogni utente della PEC dispone di una casella di posta elettronica con un indirizzo certificato, il quale viene emesso da un gestore accreditato. L’utilizzo della PEC è obbligatorio per alcune categorie professionali e per le comunicazioni tra enti pubblici e privati.

Tra le principali funzionalità della PEC vi sono:

  1. Validità legale: Le comunicazioni inviate e ricevute tramite PEC hanno lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno.
  2. Garanzia di consegna: Ogni messaggio inviato tramite PEC viene notificato al mittente con una ricevuta di consegna che attesta l’avvenuta consegna al destinatario.
  3. Data certa: Ogni comunicazione inviata tramite PEC è dotata di una data certificata, garantendo la tracciabilità e l’immodificabilità del contenuto.
  4. Archiviazione digitale: I messaggi e gli allegati inviati e ricevuti tramite PEC vengono archiviati in modo sicuro e conforme alle normative vigenti.

In sostanza, la PEC si presenta come uno strumento affidabile e sicuro per lo scambio di documenti e comunicazioni sensibili, offrendo vantaggi significativi in termini di certezza giuridica e risparmio di tempo e risorse.

La Ricevuta Elettronica di Messa in Consegna (REM)

Parallelamente alla PEC, è emersa un’altra innovazione nel campo delle comunicazioni elettroniche: la Ricevuta Elettronica di Messa in Consegna (REM). La REM è un servizio aggiuntivo offerto da alcuni gestori di posta elettronica che fornisce una prova certa della consegna di un messaggio al destinatario.

Con la REM, oltre alla ricevuta di consegna fornita dalla PEC, si ottiene una prova aggiuntiva che il messaggio è stato aperto e visualizzato dal destinatario. Questo servizio è particolarmente utile per confermare non solo la consegna fisica della comunicazione, ma anche l’effettiva consultazione da parte del destinatario.

In conclusione, la PEC e la REM rappresentano due strumenti essenziali per garantire la sicurezza, l’efficacia e la validità legale delle comunicazioni elettroniche, offrendo una soluzione moderna e affidabile per le esigenze di comunicazione sia nel settore pubblico che in quello privato.